Amo i quadri. Più che amore è una vera e proprio fissazione.
E mi piacciono tutti. Antichi, moderni, classici, astratti, tutti. Mi piace soprattutto osservare i dettagli, le sfumature, le ombre e chiedermi: ma quello schizzetto di colore lì, significa qualcosa o al pittore è scappato uno starnuto?
Ricordo ancora quella volta a Parigi. Museo d’Orsay. Mostra di pittori impressionisti.
C’era una guida che ci illustrava i vari capolavori e arrivati davanti a uno splendido quadro di Monet, ci invita a osservarlo, alcuni secondi, a una distanza di almeno due metri. Avevo 10 anni ed ero una bambina molto disciplinata.
Ma una forza invisibile mi spingeva ad avvicinarmi sempre di più, sempre di più…
“Guardalo tu da due metri di distanza!”, pensavo.
In quel momento, Stendhal e la sua sindrome si sono impossessati di me!
In lontananza un signore di mezza età in divisa (spogliatosi per l’occasione della proverbile eleganza francese), si agitava rosso come un peperone e gridava: “Mademoiseeeeeeeeelles!!!! S’il vou plaitttttttt!!!Mademoiseeeeeeeeelles!!!!”
Ma io ero persa nel fantastico mondo di Monet e non sentivo niente. Nemmeno un assordante allarme che sembrava urlare “Alt! Sei troppo vicina! Potresti danneggiare la tela con le minuscole microparticelle che escono dal tuo naso quando respiri!”.
Che vergogna! Ma che vi devo dire, sono fatta così.
E a proposito di quadri, mi sono accorta che nella mia accogliente casetta c’è un buchetto vuoto e, ovviamente, sono arrivata alla conclusione che un bel quadro ci starebbe come il cacio sui maccheroni. Si, ma che tipo di quadro? Parliamoci chiaro, una stampa di Caravaggio in casa mia proprio non ci starebbe bene! Così, girovagando su internet ne ho trovato uno che fa al caso mio. Inutile dirvi che l’ho personalizzato secondo le mie esigenze.
Di seguito il tutorial del mio “Ritratto di famiglia”.

Avvertenze!
In questo tutorial vi spiego come ho creato il mio quadro.
Vi consiglio vivamente di crearne uno tutto vostro, solo così potrà essere un’opera UNICA.

 

Materiali

  • Tavoletta di legno
  • Sassi grandi e piccoli
  • Scaglie di vetro (per cornice)
  • Colla vinilica
  • Nastro carta
  • Silicone
  • Colri per legno e tempere

Sfondo e Cornice

Tela legno, Cornice Prendiamo una tavoletta di legno dello spessore che vogliamo e coloriamo la superficie con della vernice per legno. Se volete renderlo più rustico, potete colorare con una vernice trasparente. Lasciamo asciugare e creiamo i bordi della nostra cornice con del nastro carta.

Cornice di scheggePotete scegliere la cornice che più vi piace per esempio una in legno oppure colorarla semplicemente. Io ho spennelato i contorni con colla vinilica, ho staccato subito il nastro carta ed ho incollato delle piccole scaglie di vetro.

Soggetti

Sassi, Soggetti, FamigliaProcuriamoci dei sassi (li potete acquistare in un negozio di bricolage o raccoglierli in giro). Pensiamo a quali saranno i protagonisti del nostro quadro e iniziamo a comporre le figure. I miei soggetti sono: papà, mamma, figlia, figlia, scagnozzo e tante farfalline. Per i corpi usiamo dei sassi un pò “ciccioni” e per le teste quelli più piccoli e tondi. Coloriamo i nostri sassi con delle tempere. Io alcuni li ho lasciati nature.

Preparazione disegno

Disegno famigliaQuando tutto sarà ben asciutto, posizioniamo i nostri sassi sulla “tela” così da sapere con precisione dove incollarli. Quando passaggio è indispensabile perchè una volta incollati sarà impossibile spostarli.

Impostazione base

Quadro Incolliamo prima i nostri soggetti. La colla a caldo non è sufficente per i sassi più grandi, quindi ci toccherà ricorrere al silicone. Siamo generose e mettiamo una buona dose di silicone sul retro di ogni sasso e incolliamolo sul nostro quadro.

Dettagli

Sassi piccoli, Ali, FarfalleHo voluto creare, con dei sassetti più piccoli, tante farfalline. Se volete copiare il mio disegno fate così:
Scegliete le ali delle vostre farfalle e coloratele. Io ho usato una tempera argento metallizzato.

Disegno, FarfalleCon un pastello nero a punta grossa tirate delle linee che saranno i fili a cui sono attaccate le farfalle. Mi raccomando usate un righello. Disegnate un piccolo corpo con due antennine alla fine di ogni filo. In fine incollate con colla a caldo le ali delle vostre farfalle.

Ritratto di famiglia

Ritratto, Famiglia, SassiIl quadro è finito. Se decidete di appenderlo al muro, usate un gancio MOLTO resistente perchè i sassi sono piuttosto pesanti.

 

 

 

Spero che questo tutorial vi sia stato utile, lasciate nei commenti consigli, domande, critiche e sopratutto le foto della vostra creazione.

 

 

Categorie: FaiDaTeSassi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

wp-puzzle.com logo