Come ogni anno in questo periodo arriva puntuale il giorno del censimento scarpe. Il “Shoes’s censimentos day” è quel giorno in cui si spalancano le scarpiere, si estraggono tutte le scarpe e si spostano da un piano all’altro in base alle esigenze. Questa procedura prevede anche l’eliminazione di una buona parte di calzature, soprattutto quelle dei bambini (i piedi crescono alla velocità della luce) e dei mariti (come riescono a distruggerle cosi’?). Che poi…pensandoci bene…troviamo un paio di scarpe di uno dei nostri figli e pensiamo ” ma guarda? Le ha distrutte! Dai…le ho pagate un casino ma ne è valsa la pena!! Le ha usate così tanto da ANNIENTARLE!”, e siamo felici, orgogliose. Troviamo un paio di scarpe del marito…” Ma…ma…POSSIBILE???Guarda che roba!!!!! Appena comprate e già distrutte!!!!”. Poi piano pianino, con estrema calma arriviamo alle nostre scarpe. E qui caliamo un velo pietoso. Mille scarpe, di tutti i tipi, colori, generi ed etnie eppure…usiamo sempre le stesse!! Eh si è così, dai non mi dite che non è così perchè è così! Io ne ho un paio, in particolare , che sono talmente…vissute (ho detto vissute, non VECCHIE) che se potessero parlare mi racconterebbero delle guerre Puniche! Ogni anno, mi riprometto di buttarle via l’anno seguente, ma rimando, rimando, rimando…continuo a comprane di nuove, ma come quelle lì….nessun paio di scarpe mai potranno prendere il loro posto. Ho una teoria su questa faccenda, io penso che ad un certo punto, non possiamo più fare a meno di quel determinato paio di scarpe, perchè negli anni TUTTA l’intera calzatura prende la forma del nostro piede, quindi per quanto alte, rotte, scivolose, ci sembreranno sempre comodissime perchè calzeranno come una seconda pelle. Ma ahimè, sono veramente indecenti…ero fortemente tentata a farle passare a miglior vita quando….ecco l’illuminazione…l’ultima chance, lo prometto, il prossimo anno le butterò via!

LIFTING SANDALI

Primo passaggio: constatazione

Sandali distruttiPrendiamo i nostri sandali ed osserviamoli attentamente individuando le zone più rovinate.

Tacco zeppa Nel mio caso la zona zeppa-tacco è davvero distrutta.

Secondo passaggio: lifting

LiftingPrendiamo dei cartoni ed infiliamoli nelle scarpe, così da tenerle dritte e “toste”. Procuriamoci un pennello dalla punta morbida ed un colore acrilico, nel mio caso nero. Mi raccomando al colore, DEVE essere acrilico, non tempera acrilica perchè la tempera acrilica con l’acqua si scioglie. Bagniamo il pennello ed iniziamo a colorare le nostre scarpe insistendo bene sulle zone più disastrate.

Terzo passaggio: new style

Scarpe familyUna volta asciutte (l’acrilico ci impiega veramente poco ad asciugarsi) passiamo ai dettagli. Io ho voluto personalizzarle un pò, così, con un pennello dalla punta molto sottile ed un acrilico bianco, ho scritto i nomi della mia family….e voi cosa scriverete?

 

Spero che questo tutorial vi sia stato utile, lasciate nei commenti consigli, domande, critiche e sopratutto le foto della vostra creazione

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

wp-puzzle.com logo